Comunicati stampa

Dal 15 al 17 maggio 2019 si terrà a Ginevra la sesta conferenza per la riduzione dei rischi di catastrofe (Global Platform for Disaster Risk Reduction 2019). Obiettivo della conferenza: verificare i progressi dell’attuazione del programma d’azione di Sendai 2015-2030 per la riduzione delle catastrofi a livello internazionale. Il programma d’azione di Sendai è stato approvato nel 2015 nell’ambito della terza conferenza mondiale dell’ONU. La Svizzera ha partecipato in modo determinante alla sua elaborazione.

Anna Giacometti, sindaco del Comune di Bregaglia e candidata PLD al Consiglio nazionale, è stata invitata come membro della delegazione svizzera a partecipare a questa conferenza. Il 15 maggio, dalle 14.30 alle 16.00, assieme a personalità ed esperti provenienti da tutto il mondo, riferirà delle esperienze vissute dopo la frana del Pizzo Cengalo, su quanto appreso da questa grande catastrofe naturale e sull’attuazione di strategie e direttive nazionali e cantonali a livello locale.

Al centro della conferenza di quest’anno sono posti gli investimenti pubblici e privati in relazione ai rischi derivanti da catastrofi e dal cambiamento climatico. La riduzione delle catastrofi aiuta a ridurre la miseria, salva vite umane, protegge infrastrutture e basi esistenziali, permette di ottenere progressi nello sviluppo e dando un contributo significativo alla sostenibilità.

La Svizzera ospita la conferenza di quest’anno. Sono attesi circa 4'000 partecipanti provenienti da tutto il mondo. La conferenza si terrà presso il CICG (Centre de conférence Genève). Il PLD Grigione si rallegra dell’importante piattaforma concessa alla sua candidata al Consiglio nazionale.

Silvio Zuccolini, Responsabile stampa

Leggi tutto

Il PLD respinge l’iniziativa sulla caccia speciale e approva la legge sulle armi – Schengen e Dublino – Il PLD alle elezioni per il Consiglio nazionale con 4 liste

Il PLD.I Liberali Grigioni ha svolto la sua assemblea generale e dei delegati mercoledì 8 maggio presso il ristorante Schloss Brandis a Maienfeld. Fra i presenti figuravano pure il Consigliere di Stato e direttore del dipartimento delle finanze Christian Rathgeb e il Consigliere agli Stati Martin Schmid che, come noto, si candida nuovamente per il Consiglio degli Stati. All’ordine del giorno dell’assemblea generale figuravano in primo luogo i compiti statutari come la presentazione dei rapporti delle attività del presidente del partito Bruno Claus e della presidente della frazione Vera Stiffler e la presentazione dei conti 2018 e del preventivo della responsabile delle finanze Angela Casanova, L’assemblea ha preso conoscenza e approvato quanto presentato senza discussione.

I revisori Georg Weisstanner e Linus Steiger che svolgono quest’attività da molti anni con grande esperienza sono stati rieletti.

Dalla direzione del partito sono invece state congedate la vicepresidente e responsabile delle finanze Angela Casanova e Vera Stiffler, in qualità di segretaria del partito. Quest’ultima rimarrà comunque d’ufficio nella direzione per la sua funzione di presidente della frazione. La nuova segretaria del partito, Sandra Adank-Arioli, è stata accolta con un benvenuto e presentata ai delegati.

Il PLD con 4 liste per il Consiglio nazionale

Il PLD ha deciso di affrontare la campagna elettorale per il Consiglio nazionale, oltre che con la lista principale già composta e presentata pubblicamente, anche con due cosiddette liste di sostegno. Queste sono state presentate dal Urs Marti e Bruno Claus. Una lista è stata denominata „Lista di sostegno politici comunali“ l’altra „Lista di sostegno imprese“.

Queste sono così composte:

Politici comunali:                                 Imprese:                             

Susanne Krättli-Lori                               Peter Engler

Werner Natter                                        Manuela Fetz

Leo Thomann                                        Peter Flütsch

Simi Valär                                              Thomas Rüegg

Martin Wieland                                       Moreno Tschudi

Obiettivo dichiarato del PLD grigione rimane la riconquista del seggio nel Consiglio nazionale. Per raggiungere questo obiettivo il PLD grigione affronta la campagna elettorale con 4 liste per il Consiglio nazionale (1 lista principale, 2 liste di sostegno, 1 lista dei giovani liberali).

SI alla legge sulle armi - NO all’iniziativa sulla caccia speciale

Durante la seconda parte dell’assemblea sono stati presentati e discussi gli oggetti in votazione il 19 maggio e sono state decise le raccomandazioni di voto.

La giovane liberale Flavia Aebli ha presentato l’oggetto sottoposto a referendumRevisione della legge sulle armi – assunzione della direttiva UE sulle armi. Nelle sue conclusioni ha spiegato come il trattato Schengen e Dublino sia di grande importanza per la politica di sicurezza e migrazione della Svizzera. L’approvazione dell’oggetto in votazione renderà più solida la partecipazione della Svizzera a Schengen e Dublino. La sua richiesta di sostenere Schengen e Dublino e di approvare la revisione della legge sulle armi ha ottenuto il sostegno dei delegati del PLD con 63 SI a 7 NO.

L’iniziativa sulla caccia speciale è stata presentata dal sindaco di Davos nonché vicepresidente dell’associazione mantello dei cacciatori grigioni Tarzisius Caviezel. Anche lui, con la sua breve ma sostanziosa relazione ha ottenuto l’attenzione dei presenti. Nelle sue conclusioni ha motivato la sua posizione contraria all’iniziativa fra l’altro con il rischio di provocare inverni di stenti per la selvaggina a causa della sovrappopolazione nonché di fare esperimenti inutili e costosi sulle spalle del bosco, della selvaggina stessa e dell’agricoltura. Nella discussione è intervenuto un esponente favorevole all’iniziativa proveniente dalla Surselva con una lunga presa di posizione contenente esempi che dal suo punto di vista attestano l’incoerenza e la mancanza di efficacia della caccia speciale. Argomenti ed esempi ai quali il granconsigliere Tarzisius Caviezel ha replicato con forza e convinzione. Anche in questo caso i delegati hanno seguito la raccomandazione del relatore e, con 57 NO, 6 SI e 2 astenuti, hanno deciso in modo chiaro di respingere l’iniziativa.

Le raccomandazioni di voto del PLD.I Liberali Grigioni per il 19 maggio 2019 sono le seguenti:

 

Oggetti federali in votazione e iniziativa cantonale sulla caccia speciale

Raccomandazioni di voto

 

 

Legge sulle armi - Schengen e Dublino

63 SI, 7 NO

SI

Iniziativa sulla caccia speciale GR

6 SI, 57 NO

NO

 

Silvio Zuccolini, Responsabile stampa

Leggi tutto

Il PLD.I Liberali Grigioni ha espresso la propria posizione nell’ambito della procedura di consultazione sulla proposta di legge GRFlex. Esso riconosce la volontà del Governo di prepararsi meglio per affrontare un piano di risparmio concreto. Il modo di procedere in due fasi viene sostanzialmente sostenuto.

In un primo tempo varie leggi vanno adattate sostituendo gli impegni finanziari diretti con «formulazioni non vincolanti» in modo da renderli più flessibili. Facendo così il Gran Consiglio avrà la possibilità di intervenire in modo più incisivo sulla spesa, come del resto è contemplato già oggi da molte leggi. L’attuazione delle soluzioni proposte potrà comunque avvenire soltanto se e quando le condizioni per l’introduzione di un pacchetto di sgravi saranno esaudite. Più in generale il PLD osserva che con la procedura proposta aumenteranno in modo significativo pure le possibilità di azione del Governo nell’ambito del proprio preventivo. Con delle formulazioni flessibili nelle leggi il Governo otterrà un maggior margine dei manovra. Il Governo sottolinea comunque che un piano di risparmio raggiungerà gli obiettivi soltanto stabilendo chiare condizioni per un piano di sgravio. Come e quanto il Governo interverrà su singoli punti, anche senza queste condizioni, non è al momento chiaro e crea perciò delle insicurezze presso i beneficiari di contributi. Per questo motivo, in questi casi, il PLD si attende perciò dal Governo delle chiare indicazioni.

Riassumendo, il PLD grigione, chiede nelle sue conclusioni una chiara concretizzazione dell’elaborazione di GRFlex. GRFlex, da solo, non è ancora un pacchetto di risparmio, il tempo di reazione è troppo lungo e il Cantone non intende risparmiare presso sé stesso. Uno spostamento degli oneri dal Cantone ai Comuni per il PLD non entra in considerazione.

Nonostante ciò il PLD è espressamente favorevole a una flessibilizzazione del potenziale di risparmio nel Cantone. Esso si attende comunque dei passi concreti e necessari come per esempio un esame dettagliato  delle prestazioni e dei compiti.

Le finanze cantonali si trovano oggi certamente in buona salute. Tuttavia, giustamente, il Governo ritiene che a medio e lungo termine andremo incontro a situazioni di difficoltà. Per questo motivo il Governo dichiara che i conti cantonali potrebbero scivolare in fretta dall’attuale situazione di sostanziale equilibrio a una situazione precaria. Per evitare che questo avvenga il PLD. I Liberali Grigioni ritiene che sia assolutamente necessario trovare le giuste contromisure.  

Silvio Zuccolini, Responsabile stampa

Leggi tutto

La finalità della prevista fusione del tribunale cantonale e di quello amministrativo in un'unica istanza superiore viene auspicata dal PLD dei Grigioni.

Così facendo si persegue una maggiore efficienza tramite un management professionale della giustizia. Il prospetto del Governo costituisce una buona base di discussione e rileva un buon paragone con altri Cantoni.

Al centro della riforma deve collocarsi l’interesse e l’utilità per il cittadino. Alle sempre più lunghe procedure giudiziarie, con la riforma devesi decisamente porre rimedio. Infatti, la maggior parte delle procedure stesse vanno attualmente troppo alla lunga.

La nomina delle e dei giudici continuerà ad essere di competenza del Gran Consiglio, la qualcosa è indiscutibile per il PLD. La Frazione del Partito, in occasione della prossima seduta, si occuperà del messaggio e dei quesiti presentati.

Silvio Zuccolini, Capo servizio

Leggi tutto

La direzione del PLD.I Liberali Grigioni nella sua ultima riunione ha nominato la granconsigliera supplente di Coira Sandra Adank-Arioli come nuova segretaria del partito. La signora Adank-Arioli succede a Vera Stiffler che dopo quasi quattro anni ha chiesto di poter lasciare l’incarico di segretaria per potersi concentrare maggiormente sulla presidenza della frazione PLD del Gran Consiglio e sulla propria attività professionale. La direzione del PLD ringrazia Vera Stiffler per il grande e ottimo lavoro svolto. Vera Stiffler partecipa inoltre attivamente alla campagna elettorale per il Consiglio nazionale dove figura come candidata sulla lista principale del PLD.

La direzione del PLD è convinta di aver trovato, con Sandra Adank-Arioli nella funzione di segretaria del partito, una collaboratrice e personalità competente e motivata per il PLD.I Liberali Grigioni, i suoi membri e i suoi organismi.

Sandra Adank-Arioli inizierà la sua attività presso il PLD il 1º maggio di quest’anno.

Silvio Zuccolini, Responsabile stampa

Leggi tutto